Quando devo chiamare un educatore?

Al giorno d’oggi sempre più persone si affidano a professionisti per migliorare, correggere e accrescere rapporti e comportamenti dei propri amici a quattro zampe.

Da addetto ai lavori mi ritrovo a scrivere questo articolo proprio per aiutare quelle persone che sono indecise, che sottovalutano e che minimizzano il ruolo di un educatore affidandosi sempre più spesso a Google con la speranza che il fai da te possa in qualche modo aiutarli a risolvere i problemi dei loro amici pelosi.

Quando affidarsi a Google?

Indubbiamente lo dico con il cuore Google e YouTube e i social network in generale ci hanno cambiato la vita! Io stesso mi rivolgo a Google quando cerco un qualsiasi tipo di informazione e cerco su YouTube video sul come cucinare il pesce, il pesce lo cucino ma ciò non fa di me uno Chef ed è questo che deve entrare nella testa delle persone, guardare un video ed emulare non ci rende dei professionisti in quel settore!

Potete trovare videocorsi gratuiti sull’educazione di base, insegnare il classico seduto, terra, resta da soli e se il vostro cane è un angelo e tutto andrà bene, sul mio canale Instagram io stesso pubblico questo tipo di video proprio perché sono comportamenti open source che ognuno di noi è capace di insegnare al proprio cane e non c’è bisogno di pagare.

Ma poi finisce li, avrai insegnato al tuo cane il gesto tecnico ma le problematiche se ne ha, rimarranno comunque.

‘’ No ma io ho sempre avuto cani quando cresce si calma ‘’

Mi chiamano persone con cani problematici da ogni angolo dell’Italia e aspettano anni interi prima di rivolgersi ad un professionista. Il risultato? Cani con problemi più o meno gravi radicalizzati come comportamenti ‘’ normali ‘’ nell’arco degli anni. Il male più grave che potete fare al vostro cane è l’incoerenza e la cecità nell’ammettere che si ha un problema!

Per carità poi c’è anche un discorso prettamente economico, molte persone non possono permettersi un educatore o un percorso lungo di rieducazione e preferiscono a pezzi cercare soluzioni fai da te, vivendo con l’ansia perenne di non sapere se la cosa che stanno facendo è la soluzione ottimale per il proprio cane, ma volendo essere cinico direi :’’ il cane è un lusso, dal momento che l’hai adottato ti devi assumere tutte le responsabilità che ne consegue, dalla salute al suo benessere psicofisico ‘’

Persone che hanno adottato un cane senza informarsi sulle caratteristiche della razza e si ritrovano un cane che è diametralmente opposto rispetto allo stile di vita che conducono e vanno in crisi ogni giorno di convivenza, onestamente queste persone le temo perché sono le prime che poi spediscono il povero cane in canile per disperazione.

Ma comunque alla fine di questa presentazione del genere umano nemmeno troppo lunga perché nella mia carriera decennale ho incontrato persone ed individui davvero assurdi, la persona di turno decide di telefonare all’educatore di turno con tempismo che di solito oscilla dai mesi agli anni e si aspettano che l’educatore di turno rappresenti una specie di mistica presenza che con la sola imposizione delle mani in due incontri risolverà anni ed anni di problematiche. Ecco questa figura mitologica non esiste.

I cani non regalano niente, soltanto il lavoro quotidiano, la routine, un cambio drastico di abitudini della famiglia e il metodo di lavoro potranno aiutarvi a migliorare i comportamenti del vostro amico a 4 zampe.

Un bravo educatore ha bisogno di tempo per capire le problematiche del branco famiglia e una volta che le avrà individuate indicherà il percorso migliore da seguire ma ATTENZIONE, se per esempio il vostro cane per 2 anni ha imparato ad abbaiare al postino, non smetterà in 2 ore con un educatore.

Ma quando devo chiamare un educatore?

Come detto in precedenza per i comportamenti di base potete anche risparmiare di pagare qualcuno ma, se qualcosa non funziona ai primi dubbi non esitate a contattare un educatore! Un conto è correggere un cane di 5 mesi con 1 mese di vizi, altro discorso è correggere un cane di 5 anni con 5 anni di vizi, spero che questo paragone sia logico e scorrevole e di conseguenza sarà meno dispendioso intervenire subito che in ritardo.

Ma non perché il cane di 5 anni sia irrecuperabile, ma perché su questo soggetto probabilmente occorrerà molto più tempo, il che si traduce in molti più soldi spesi.

Come scelgo un educatore?

In base alle sue competenze, ai suoi anni di esperienza, al suo modo di lavorare, al tempo che ci dedica. Sono sicuro che in giro per la penisola ci sono tantissimi educatori seri e preparati che amano alla follia il proprio lavoro, al contrario esistono anche affaristi che si spacciano professionisti e che non hanno esperienza state alla larga da questi soggetti!

Prendete informazioni, guardatelo come lavora con il vostro cane, se vi sentite a vostro agio voi stessi prima che il vostro cane allora è la persona giusta per voi! Ed infine domandate domandate domandate, rompetegli le scatole di continuo per sms, su WhatsApp per email.

Stabilite un legame

Ogni educatore ha a cuore ogni singolo binomio che passa dalle sue mani, siate collaborativi con lui, il suo successo siete voi!

Spesso mi capita di sentire miei ex allievi, li incontro, trascorro il tempo di una bevuta con loro, qualche volta mi invitano a cena per una pizza e mi hanno perfino fatto regali di natale e questo rapporto umano è alla base del cambiamento, perché è li che voi arrivate a fidarvi della persona che ha in mano la crescita del vostro rapporto.

Oppure preferite una persona fredda che vi viene a casa 1 ora di lezione e va via freddamente, lo vedete 15 20 ore e poi addio per sempre?

Come si cambia?

Il primo passo per aiutare un cane a cambiare è sforzarsi di capire la psicologia canina e impegnare noi stessi nel cambiamento. Come possiamo pretendere che il cane cambi comportamento se noi continuiamo a fare sempre gli stessi errori? Ricordatevi che un cane felice in empatia con voi è  il dono più grande che potete aspettarvi dalla vita e se durante questo cammino avete bisogno della figura mistica dell’educatore non esitate a contattarlo il prima possibile.

E come dico sempre ai miei allievi, il lavoro è per gli umani e non per i cani, con loro si fa presto.

 

Antonio Autieri

Antonio Autieri

Dog Trainer Enci FCI - Founder Talking Dog Italia - Amante dei cani -

Dog Trainer Enci FCI – Founder Talking Dog Italia – Amante dei cani – Blogger – Inventore – Quasi scrittore –