I cani possono prendere il raffreddore? 

Brr… l’inverno, non ci crederai ma anche i cani sentono freddo! Anche quelli dotati di una pelliccia a modo di orso sentono freddo, ma con alcune differenze, tutti i cani che sono dotati di sottopelo hanno indubbiamente una maggiore resistenza al freddo e si parla di resistenza al freddo non di barriera termica permanente che protegge il cane in toto al punto di poter restare immobili a -20 senza nessun problema. D’altro canto i cani che al contrario non presentano sottopalco sono coloro che soffrono di più il freddo e temono molto di più gli sbalzi termici rispetto ai pelosoni di sopra.

Ma i cani possono prendere il raffreddore si o no?

La risposta è assolutamente si, ma a diffrenza di noi umani la situazione è più complessa in quanto un infiammazione dell’olfatto ne compromette sicuramente la sua capacità di relazionarsi con l’ambiente e questo può avere effetti molto pensanti anche sul suo umore, i cani vivono per annusare e un tappo nel naso sicuramente non è una cosa che vivono con gioia! Le cause dello starnuto classico possono essere molteplici, nel nostro caso se trascurato potrebbero portare a tracheiti e bronchiti. Non suggeriremo terapie fai da te, valuta insieme al tuo veterinario il perocorso di recupero più corretto. Di seguito riportiamo però alcuni consigli utili alla causa.

Alcuni esempi di razze più freddolose

Giusto per avere un idea vi elenco una serie di cani che indubbiamente sono dunque quelli che non avendo il sottopelo sono più sensibili agli sbalzi climatici, ad esempio il Beagle, Pinscher, Boxer, Dobermann, Rottweiler e anche alcuni cani da caccia e l’elenco potrebbe essere molto molto lungo.

Il sottopelo

Il sottopelo e chi ha un cane dotato di sottopelo in casa sa a cosa mi riferisco, si annida e si ammucchia al centro della casa durante il periodo della muta e rotola libero e spensierato ovunque, è estremamente volatile e leggero e si attacca davvero benissimo sui pantaloni, sopratutto quelli neri! Però è fondamentale per le escursioni termiche, chi è dotato di sottopelo ha indubbiamente una migliore resistenza al freddo rispetto ai cani senza sottopelo che probabilmente percepiscono il freddo quasi allo stesso modo di come lo percepiamo noi e hanno bisogno di essere protetti anche se vivono tra le mura domestiche.

L’età conta

Oltre a fare una distinzione per tipo di pelo, dobbiamo anche sapere che occorre tenere conto dell’età; i cuccioli e gli anziani sono più sensibili alle temperature basse per alcune ragioni.

I cuccioli fino a due settimane di vita non hanno ancora ben sviluppato il normale calore corporeo ecco perché da piccoli si toccano l’uno con altro e inoltre fino alla prima muta sono dotati del primopelo da cuccioli che non è estremamente termoprotettivo. I cani anziani risentono del passare dell’età sul loro fisico esattamente come accade per gli anziani umani devono fare attenzione alle escursioni termiche. 

In tutti i casi va sottolineato che i cani solitamente combatto il freddo con il movimento, non vedrete mai un cane esposto per 8 ore in mezzo la neve immobile, anzi al contrario! Se non è in movimento troverà un riparo, è l’istinto che detta questo comportamento. 

Come proteggerli?

Oltre ad un’alimentazione ricca di nutrienti, per evitare i malanni di stagione cercate di uscire a passeggio nelle ore più tiepide. Fare attenzione ai colpi di freddo è la prima regola per evitare fastidi alle vie respiratorie o all’intestino del vostro animale domestico. Se dovete uscire con la pioggia utilizzate un impermeabile per proteggere il vostro cane o gatto, ed appena rientrati a casa asciugategli bene il pelo delle zampe, del dorso, della pancia e le orecchie, e anche se dovesse sembrare un eresia far indossare un cappottino protettivo al vostro cane potrebbe davvero aiutare moltissimo.

Ricorda che il tuo cane non è un immortale coraggioso che non teme gli agenti atmosferici, anche se ti sembra così sfrontato sei tu la parte coscente. 

Decidi con giudizio, applica la stessa logica che applicheresti a te stesso! Correresti mai durante l’inverno sotto una pioggia battente per poi rientrare dentro casa zuppo di sudore senza e restare fermo in terra senza sciugarti? 

Belli, al caldo e asciutti è sempre meglio.

 

Antonio Autieri

Antonio Autieri

Dog Trainer Enci FCI - Founder Talking Dog Italia - Amante dei cani -

Dog Trainer Enci FCI – Founder Talking Dog Italia – Amante dei cani – Vlogger – Inventore – Quasi scrittore –